Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing urbano e town centre management: esperienze italiane e britanniche a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Nel marketing territoriale e urbano la sintesi operativa delle “4P” è applicata, anziché ad un singolo prodotto o servizio, ad un’area territoriale e ad una città. Nel caso dei centri storici la localizzazione (posizione) è data, quindi una variabile non è utilizzabile. Le altre azioni possono essere così riassunte e ricondotte alle variabili di marketing: - al prodotto: azioni legate alla qualità urbana, all’accessibilità, alla sicurezza, all’integrazione dell’offerta commerciale, allo sviluppo delle risorse umane; - al prezzo: azioni legate a servizi complementari, quali le consegne a domicilio, le fidelity card, ecc.; - alla promozione: azioni legate alla pubblicità, alla segnaletica, ecc. 1.3 La creazione del consenso Il piano di iniziative così formulato nelle fasi precedenti, per avere successo, deve tener conto della necessità del consenso più ampio dei soggetti chiamati alla sua realizzazione; fra questi, gli operatori commerciali ed economici, i residenti e i fruitori dell’area. In particolare, si rende necessario coinvolgere un target di riferimento al fine di verificare le reazioni alle scelte operate (Arena 2000). Per farlo, è possibile: a) rilevare le reazioni del target individuato rispetto a specifiche idee di iniziative di rivitalizzazione; in questo caso si può ricorrere a un sondaggio di opinione presso un campione rappresentativo del target selezionato, per evidenziare quelle che raccolgono maggiori consensi e affinare così le decisioni (feedback); b) coinvolgere il target per creare il consenso; in questo caso si tratta di un approccio partecipativo che coinvolge il target già in fase di individuazione delle idee attraverso le tecniche di brainstorming e di focus group. In tale fase sono importanti le attività di informazione e sensibilizzazione del pubblico, mediante workshop, seminari e incontri di quartiere, bollettini informativi e supporti multimediali.

Anteprima della Tesi di Leonardo Borgatti

Anteprima della tesi: Marketing urbano e town centre management: esperienze italiane e britanniche a confronto, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Leonardo Borgatti Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7215 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.