Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

analisi e applicazione della direttiva R&TTE in un laboratorio di certficazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 INTRODUZIONE Il Trattato CE, trattato che istituisce la Comunità europea (versione consolidata, GU n.C325 del 24/12/2002), ha tra i suoi primari obiettivi la creazione di un mercato unico, aperto e concorrenziale anche per il mondo delle telecomunicazioni; le apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione, in particolare, costituiscono un componente fondamentale del mercato delle telecomunicazioni che, a sua volta, è un elemento chiave dell’economia comunitaria. Le direttive applicabili alle apparecchiature terminali, però, non sono più in grado di seguire ed adeguarsi ai cambiamenti previsti nel settore a seguito dell’avvento di nuove tecnologie, degli sviluppi del mercato e della legislazione in materia di reti. Si rende pertanto necessario un quadro normativo idoneo a promuovere il mercato unico delle apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione per consentire uno sviluppo degli investimenti, della fabbricazione e della vendita al passo con l’evoluzione tecnologica e del mercato. Il 9 marzo 1999 il Consiglio e il Parlamento europeo hanno perciò adottato una direttiva che definisce nuove regole per l’immissione sul mercato e il funzionamento delle apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione che va a sostituire la precedente direttiva “Terminali” 98/13/CE 1 , la quale non contempla una sostanziale fascia del mercato delle apparecchiature radio. Infatti in un quadro normativo dove l’importanza delle apparecchiature terminali di telecomunicazione e delle reti che fanno uso di trasmissione via radio è sempre più crescente, la nuova direttiva 99/5/CE, altrimenti conosciuta come Direttiva R&TTE (Radio & Telecommunication Terminal Equipment), viene così a coprire entrambe le classi di tali apparecchiature. La Direttiva R&TTE nasce quindi per garantire il rispetto dei requisiti essenziali per le apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione con discernimento per non frenare l’innovazione tecnica o la risposta alle esigenze di una libera economia di 1 Direttiva 98/13/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 febbraio 1998, relativa alle apparecchiature terminali di telecomunicazione e alle apparecchiature di stazioni terrestri di comunicazione via satellite, incluso il reciproco riconoscimento della loro conformità.

Anteprima della Tesi di Laura Di Giovanna

Anteprima della tesi: analisi e applicazione della direttiva R&TTE in un laboratorio di certficazione, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Laura Di Giovanna Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1112 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.