Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'avventura di Vincenzo Carrese e di PUBLIFOTO, le carte del Fondo Ferdinando Carrese (1952-1980).

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

73 I dati appena esposti si possono considerare attendibili principalmente per il periodo di tempo che va dagli anni ’50 e ’60, tuttavia confrontandoli con le altre informazioni fornite dalla letteratura e in particolare con quanto affermato da Vincenzo Carrese stesso nel suo libro 1 , dipingono un quadro di rapporti internazionale di tutto rispetto. Si consideri che fino agli anni ’60 dal punto di vista commerciale, il settore fotogiornalistico era assai poco sviluppato e che in molti paesi non si contavano più di due grandi Agenzie fotogiornalistiche. Questo discorso vale soprattutto per l’Italia dove Publifoto, con le sue sette sedi distaccate e numerosi corrispondenti. costituiva un primato assoluto non solo rispetto ai concorrenti nazionali, ma anche nei confronti dei propri corrispondenti all’estero. Ricordiamo a titolo informativo che la famosa agenzia Magnum Photos di Capa e Cartier-Bresson nasce a New York solo nel 1947, mentre Carrese già da 20 anni con la sua Publifoto intratteneva relazioni con Keystone e New York Time 2 . 3.4 Analisi particolareggiata dei principali fondi documentali. Più di ogni ulteriore considerazione vale ora la pena prendere in esame le carte; di seguito viene riportata una selezione delle stesse allo scopo di offrire una panoramica, sia pur non esaustiva, della tipologia e forma delle stesse. Non potendo qui riportare le intere serie, per alcune, le più importanti, si sono estratti alcuni documenti, riassumendo il quadro di riferimento e le relazioni con gli altri documenti e le diverse fonti in genere. Fondo Camera di Commercio di Milano. Comprende come si è gia detto 11 carte di cui questa risulta essere la meno recente, in un altro certificato molto simile a quello qui riportato e datato 18 aprile 1974, 1 Vincenzo Carrese, Un Album di fotografie, racconti, Milano, Il Diaframma, 1970. 2 Professione fotoreporter, cit., p. 19.

Anteprima della Tesi di Francesco Giunta

Anteprima della tesi: L'avventura di Vincenzo Carrese e di PUBLIFOTO, le carte del Fondo Ferdinando Carrese (1952-1980)., Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Giunta Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2528 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.