Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I popoli del GULag - strategia etnica del regime stalinista

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

____________________________________________________________ I popoli del GULag ________ 7 moderne concezioni in cui il ricercatore è posto nelle condizioni ideali di lavoro. In questo abbondano le raccolte compilative di documenti provenienti direttamente dal ГАРФ, gli Archivi Statali della Federazione Russa. Il mio unico rimpianto è l'aver scoperto tardi questo ricco istituto e l'aver raccolto solo una parte dell'immenso quantitativo di materiale che sarebbe stato pur disponibile. La Biblioteca statale delle lingue straniere (Всероссийская Государственная Библиотека иностранной литературы им. М.И. Рудомино - Vsierossiskaija gosudarstviennaija biblioteka inostrannoj literaturj imieni M.I. Rudomino), ed in parte marginale la Biblioteca statale centrale (ex biblioteca Lienina) sono state utilizzate per la parte compilativa svolta a Mosca. Al fine di inserire il lavoro in un contesto più ampio è stata considerata anche la letteratura storica sull’argomento maggiormente diffusa in occidente; a nomi quali Caroe, Conquest, Giannini, Herbert, Moriani, Nekric’, Rocca, Romano, Salamov, Solzenicyn, Werth, verrà più volte attinto per completare o confrontare. Il lavoro è stato diviso in tre capitoli, tante sono le categorie di deportazioni che vengono individuate: deportazioni parziali su base etnica, deportazioni etniche totali e deportazioni di popolazioni non autoctone. La distinzione ha finalità specifiche: se alle deportazioni su base etnica dalle finalità denazionalizzanti, russificatrici (si veda il caso dei paesi baltici), oggi corrisponde una tendenza in senso opposto derussificatrice, rinazionalizzante, alle deportazioni etniche totali dei popoli ‘puniti’ di Crimea, Ciascaucasia e Calmucchia oggi corrispondono richieste di autonomia e spesso di rivalsa più marcate che, nella particolarità caucasica, assumono i toni della drammatica cronaca nota anche a noi occidentali.

Anteprima della Tesi di Alessio Trovato

Anteprima della tesi: I popoli del GULag - strategia etnica del regime stalinista, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessio Trovato Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3032 click dal 17/06/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.