Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un centro calzaturiero delle Marche: Porto Sant'Elpidio dal secondo dopoguerra ad oggi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

22 i.3 – La seconda guerra mondiale, l’occupazione tedesca, la liberazione e i difficili anni del dopoguerra L’inizio della guerra nel giugno del 1940 si abbatte tutto sommato su un periodo sostanzialmente buono che si mantiene tale, nonostante la prime partenze per il fronte, fino a quando gli eventi bellici si svolgeranno lontano dall’Italia: può esserne una spia il fatto che nell’estate 1941 l’afflusso di villeggianti si fosse mantenuto sui livelli degli anni precedenti e ancora si registrasse il tutto esaurito; questo avveniva malgrado il Porto venisse ritenuto una zona a rischio, probabilmente memori del bombardamento navale del 1916, e nello stesso anno un intero quartiere fosse sfrattato per la “sicurezza militare”. La condizione generale si aggrava ben presto tanto che nel 1942, per far fronte alle esigenze alimentari, devono essere messi a coltura dei terreni vicini al mare per la produzione di ortaggi; anche la calzatura risente pesantemente degli inevitabili effetti del conflitto aggravati dall’economia di guerra decretata dal regime, che impone una produzione ridotta all’80% basata solo su modelli standard uguali per tutti e di cattiva qualità; ciò crea vivo malcontento tra gli operatori che in molti casi, però, non sottostanno a queste norme. Questo va a sommarsi all’impossibilita di rifornirsi di pelle dai paesi alleati o neutrali, peggiorando la situazione creatasi con l’autarchia, e alla scarsità di manodopera a causa della partenza di molti uomini per il fronte,

Anteprima della Tesi di Luca Torretti

Anteprima della tesi: Un centro calzaturiero delle Marche: Porto Sant'Elpidio dal secondo dopoguerra ad oggi, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luca Torretti Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1461 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.