Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Per questa sua natura socio-politica il cinema costituisce una selezionatissima fonte aperta, utile soprattutto per l’analisi della rappresentazione degli eventi. Analisi che non si deve fermare solo ai “classici” o ai “cult movies” ma deve includere anche i cosiddetti “film spazzatura”, che spesso mostrano le opinioni che vengono assegnate ai ceti sociali più bassi o più lontani dalle elite del potere e che il pubblico è disposto ad accettare. Gli effetti scenici esaltano e trasfigurano personaggi, trame ed azioni, al cinema tutto è magnetico, magico, si riempie di vita emotiva e può apparire vivo e vicino, tanto da provocare l’immedesimazione almeno temporanea in tutti gli spettatori, siano essi più o meno colti. Il cinema può così avvicinare tutti ad eventi storici molto importanti fornendoci una lettura di alcuni aspetti della storia che per vari motivi potevano esserci sconosciuti. E anche questo è il fascino particolare del cinema, oltre che della storia. 16

Anteprima della Tesi di Alessandro Manea

Anteprima della tesi: La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Manea Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4715 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.