Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

politico mondiale negli anni ottanta, gli anni del reaganismo imperante e del nuovo slancio dell’imperialismo americano. 23 E qui il filo del rapporto tra cinema ed istituzioni si riannoda e si fa più forte e saldo che mai. 24 Analizzerò quindi gli eventi storici principali nei quali, più o meno segretamente, la CIA fu coinvolta e di volta in volta affiancherò agli episodi specifici l’analisi dei film correlati. Questi ultimi saranno divisi in base al tempo storico, ovvero in relazione all’anno di produzione, e in base al tempo narrativo, con riguardo quindi agli argomenti trattati e agli anni rappresentati. La ricostruzione storica degli eventi risulterà forse più completa ed approfondita, in quanto seguendo il tempo narrativo l’intento diventa prettamente storico, il cinema, che fa parte della storia culturale di un paese, verrà analizzato allo stesso modo di una qualsiasi fonte storica, come un libro; seguendo il tempo storico della produzione dei film, invece, emergeranno informazioni e notizie riguardo alla situazione politica, sociale e culturale degli Usa negli anni considerati. La lettura e la visione cronologica delle produzioni cinematografiche diventano così un prezioso strumento per analizzare i cambiamenti del panorama politico internazionale. Per anni il teatro è stato quello della guerra fredda; l’attenzione si è poi spostata sulle “congiure” ordite da multinazionali assetate di controllo globale, in particolare in America Latina; è stata poi la volta del conflitto mediorientale, senza dimenticare l’incombente e recente minaccia del terrorismo internazionale. In sostanza, è possibile ipotizzare che, quando il cinema offre produzioni propagandistiche ed apologetiche gli Stati Uniti e implicitamente la CIA, vivono anni di successi o comunque di sfide che abbisognano dell’appoggio dell’opinione pubblica. Al contrario, il cinema è schierato in una posizione critica verso la condotta delle istituzioni americane, come negli anni ’70 per esempio, quando queste ultime vivono i loro periodi peggiori, in seguito alle rivelazioni connesse allo scandalo del Watergate e nella scia della guerra del Vietnam. In quest’ottica gli storici del cinema non hanno mancato di sottolineare come il legame tra Hollywood e le alte sfere del potere si faccia sempre più stretto proprio durante i periodi di difficoltà nazionale e di guerra, ovviamente a reciproco vantaggio. 25 Dall’analisi dei film si possono pertanto dedurre, con sufficiente precisione, le tensioni che esistono all’interno e all’esterno del paese, le varie correnti di pensiero e le 23 Larry LANGMAN; David EBNER, op. cit., p.75 24 Mario DEL PERO, La CIA…, op. cit., p.118 25 Lawrence D. SUID, Guts And Glory: The Making Of The American Military Image, University Press of Kentucky, 2002, p.435 13

Anteprima della Tesi di Alessandro Manea

Anteprima della tesi: La storia della C.I.A. e della sua evoluzione nella cinematografia americana: dalla crisi e dalla critica sociale degli anni '70 alla riscossa degli anni di Reagan, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Manea Contatta »

Composta da 248 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4715 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.