Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi e ristrutturazione d'impresa: il caso Gandalf Airlines

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 insuccesso nella penetrazione di un mercato, comportano situazioni critiche che possono essere meglio circoscritte e più facilmente valutate ai fini del risanamento. Il successo di un’azienda dipende dall’intrecciarsi di più elementi, ma la validità della formula imprenditoriale, l’idoneità della formula operativa (sistemi e meccanismi operativi), l’efficienza dell’organizzazione dono elementi da cui non si può prescindere. 8 La formula imprenditoriale si collega all’individuazione di opportunità di mercato, cioè alla capacità di cogliere, sulla base delle risorse specifiche disponibili e acquisibili, occasioni d’affari. Il ruolo dell’imprenditore nel migliorare l’uso delle risorse, di disporle in modo che possano aumentare il loro ritorno in termini economici attraverso le informazioni possedute, la conoscenza programmata dei nuovi fenomeni e la sua capacità di tradurre il patrimonio informativo in idee innovative, risulta di fondamentale importanza nel predisporre le condizioni di successo. Bisogna saper prendere decisioni valide in termini economici ma, anche, avere l’abilità di attuarle in condizioni di efficienza. Efficacia ed efficienza rappresentano un binomio indissolubile alla base del risultato aziendale. L’incisività della formula imprenditoriale (efficacia) discende dall’assunzione di scelte strategiche valide (ossia in grado di procacciare occasioni durevoli di affari per l’impresa); l’idoneità della formula operativa (la traduzione delle decisioni in azioni congruenti con i risultati da raggiungere) sta nella capacità di creare sistemi e procedure applicabili con successo dagli esecutori. Per concludere, quando un’impresa si trova in una situazione di squilibrio, per evitare che tale stato si tramuti in crisi, c’è bisogno innanzitutto di un processo di analisi della situazione di difficoltà e vedere se: a) si collega, e in quale modo, a crisi di carattere settoriale; b) deve comportare anche un mutamento, parziale o totale, della formula imprenditoriale in essere; c) richiede, in assenza di una modifica della formula imprenditoriale, una revisione della formula operativa; d) impone un cambiamento anche nella formula organizzativa, intesa quale sistema di tipo strutturale e procedurale e quale espressione di un sistema di valori professionali e culturali. 8 A tal proposito, sempre Sciarelli s., La crisi d’impresa, pp. 45-46.

Anteprima della Tesi di Antonio Campanella

Anteprima della tesi: Crisi e ristrutturazione d'impresa: il caso Gandalf Airlines, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Campanella Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3892 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.