Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La somministrazione di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 L’autonomia contrattuale dei privati significa libertà delle parti di darsi un regolamento di interessi sul quale si verifica una convergenza delle loro volontà; non garantisce un potere equilibrato di influire sulla determinazione del contenuto del contratto, ma la libera decisione di ciascuna parte di stipulare il contratto a certe condizioni sulle quali l’altra conviene 18 . Donde perciò si ebbe che il rapporto di lavoro non poteva essere regolato come un normale rapporto rientrane nel diritto civile, proprio in virtù del fatto che il datore di lavoro era in una posizione economica di potere di preminenza imponendo le proprie condizioni contrattuali. La norma inderogabile ebbe lo scopo di riequilibrare le posizioni contrattuali con un risultato effettivo, ossia le norme a difesa del lavoratore dovevano essere inderogabili e quindi non modificabili neppure con il consenso dello stesso lavoratore. Evidente, è che la posizione di vantaggio del datore di lavoro avrebbe indotto il lavoratore, pur di lavorare, ad accettare deroga alle norme poste a sua tutela. Su tali presupposti prese forma la disciplina vincolistica del diritto del lavoro, furono introdotte norme di tutela del lavoro, che limitavano sistematicamente la libertà di impresa attraverso una serie di vincoli e di divieti. Alla fine degli anni ’50 l’Italia viveva il boom economico, è il periodo della migrazione di masse di manodopera sud-nord, tale contesto socio-economico evidenziò le condizioni inaccettabili di sfruttamento nelle quali i lavoratori prestavano la risorsa lavoro e contribuì alla emanazione della legislazione speciale, avutasi con la legge n. 264/49 sul collocamento che ebbe una funzione pubblica e gratuita di mediazione, in vista della conclusione del contratto di lavoro e con lo scopo di tutelare il lavoratore non solo dalla speculazione degli intermediari privati, ma più in generale dagli effetti negativi dello squilibrio tra offerta e domanda che caratterizza strutturalmente il mercato del lavoro, evitando abusi nella scelta dei lavoratori da assumere, sottraendola a favoritismi e condizionamenti. 18 Così L. Mengoni op. cit., p. 182.

Anteprima della Tesi di Antonia Pulpito

Anteprima della tesi: La somministrazione di lavoro, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonia Pulpito Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10961 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.