Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La somministrazione di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Gli anni ’70 furono quindi l’ apice della normativa giuslavoristica, ma furono anche gli anni di cambiamento del modo di produrre, il mutamento è stato possibile dalle nuove tecnologie informatiche e telematiche e dalle nuove tecniche di organizzazione della produzione che più direttamente influenzano l’evoluzione del diritto del lavoro. Dopo il boom degli anni 60, cominciò la crisi economica, aumentano i disoccupati e con essi la necessità di una tutela non solo dei lavoratori occupati ma anche dei senza lavoro; l’alto tasso di inflazione provocato dalla crisi petrolifera determinano la lievitazione del costo del lavoro – accentuate dalle normative vincolistiche – non più compatibili con esigenze di competitività delle imprese, imposte dalla internazionalizzazione dei mercati. Il diritto del lavoro dell’emergenza 23 espressione usata per indicare l’insieme di provvedimenti di urgenza emanati negli ultimi anni 70 a fronte di situazione di crisi economica, ha affrontato i nuovi problemi del diritto del lavoro con le deformazioni del processo espansivo dell’ordinamento giuslavoristica in atto, hanno posto non solo una esigenza di riequilibrio delle garanzie, ma messo in discussione lo stesso principio del favore e delle tutele a senso unico del lavoratore finora praticate. Si individua una nuova fase del diritto del lavoro legata alla evoluzione del mercato del lavoro e alla trasformazione del sistema produttivo, anche in tal contesto si parlò, come oggi, di diritto del lavoro della crisi e alla fine degli anni 70 cominciò la stagione della flessibilità, sul presupposto della stretta correlazione tra la disoccupazione e l’eccessiva rigidità del mercato del lavoro, giustificando l’attenuazione della protezione inderogabile dei diritti del lavoratore dalla ricerca di forme di organizzazione e di occupazione più articolate e flessibili.. 23 Tratto caratteristico di questa legislazione, oltre alla crescente tendenza verso la deregolamentazione del mercato del lavoro e, quindi, alla estensione della stessa autonomia negoziale privata, è l’evoluzione, sia pure circoscritta a determinati istituti o aree normative, della disciplina protettiva da rigida a flessibile. In questa prospettiva la tutela dell’occupazione prevale sulla tutela della posizione contrattuale debole del lavoratore ponendo in misura prevalente l’obiettivo di favorire la difesa e la crescita occupazionale. All’interesse della tutela del lavoratore, contraente debole del rapporto di lavoro, subentrano l’interesse pubblico al contenimento dell’inflazione e l’interesse dell’impresa allo svolgimento dei processi di ristrutturazione produttiva e di innovazione tecnologica.

Anteprima della Tesi di Antonia Pulpito

Anteprima della tesi: La somministrazione di lavoro, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonia Pulpito Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10962 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.