Skip to content

San Francesco alla corte del sultano. Fallimento del dialogo interreligioso all'alba del XIII secolo?

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 intravedono il monopolio del commercio nel Levante, e dai soldati, accecati dalla possibilità di ricchi bottini. Come sembra isolata in questi frangenti la voce di san Francesco, che nel bel mezzo dei combattimenti è giunto fin qui a predicare e a lanciare l’idea di una missione presso gli infedeli. E’ dunque la fazione del legato a prevalere, inducendo i crociati a respingere le proposte di pace di al-Kāmil; così Damietta capitola sotto la furia crociata. Che i crociati abbiano potuto prendere piede in Egitto ha un’enorme risonanza nel mondo islamico come pure in quello cristiano: così, i saraceni danno la Palestina per persa e ne smantellano le fortificazioni fino a Gerusalemme compresa, mentre i cristiani prestano fede alle predizioni che avvertono dell’imminente caduta di Alessandria e di Damasco, e si attendono l’intervento risolutivo di Federico II, che ha preso la croce nel 1215. Nel campo crociato tuttavia i dissensi si acuiscono: Giovanni di Brienne, disgustato dalla pretenziosità del legato, lascia Damietta nel marzo del 1220, e l’esercito franco se ne sta per un anno con le mani in mano ad aspettare ipotetici rinforzi dall’Occidente. Frattanto in Palestina al-Mu‘azzam, fratello del sultano, si impadronisce di Cesarea, mentre giungono aiuti anche dalla Siria e dalla Mesopotamia, e in Egitto al-Kāmil fa costruire la fortezza di Mansura. Bruscamente, il 29 giugno 1221, Pelagio dà il segnale della marcia sul Cairo. Fermati dalla fortezza di Mansura e dalla piena del Nilo, accerchiati nel pantano dai musulmani, i crociati capitolano il 30 agosto con la promessa formale di abbandonare Damietta e di liberare i prigionieri, contro la garanzia di poter fare liberamente ritorno a San Giovanni d’Acri e di una tregua di otto anni. Cominciata sotto i migliori auspici, la grande campagna d’Egitto è finita in un gigantesco tracollo: l’ostinazione di Pelagio, la scarsità di effettivi, l’egoismo mercantile degli italiani hanno fatto sfumare l’occasione di riprendere senza combattere il regno di Gerusalemme. La sesta crociata (1228-29) è un impegno inevitabile per l’Imperatore Federico II, crocesegnato fin dal 1215, ma, trattenuto prima dagli affari tedeschi e quindi dall’incoronazione imperiale, tarda a rispondere ai pressanti inviti di Onorio III. Per spronarlo, il papa concepisce nel 1223 il progetto di dargli in moglie la figlia di Giovanni di
Anteprima della tesi: San Francesco alla corte del sultano. Fallimento del dialogo interreligioso all'alba del XIII secolo?, Pagina 14

Preview dalla tesi:

San Francesco alla corte del sultano. Fallimento del dialogo interreligioso all'alba del XIII secolo?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Linda Sezzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Valentina Colombo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 241

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi