Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia, l'Onu e la decolonizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Nonostante la mancata partecipazione alla Conferenza, le aspettative riposte nella nuova organizzazione non conoscono battute d’arresto. Emblematica, a tale riguardo, è la formulazione dell’articolo 11 della Costituzione, inserito dall’Assemblea Costituente proprio per preparare l’ingresso dell’Italia nell’ONU 12 . La norma in parola sancisce che <>. La formulazione è particolarmente innovativa per l’epoca. Nel riferimento alla disponibilità a limitare la propria sovranità è evidente una scelta lungimirante a favore di organismi internazionali dotati di effettivi poteri 13 . 12 Sull’articolo 11 della Costituzione, cfr. A. CASSESE, Politica estera e relazioni internazionali nel disegno emerso alla Assemblea Costituente, in U. DE SIERVO (a cura di), Scelte della Costituente e cultura giuridica ,II, Protagonisti e momenti del dibattito costituente, Bologna, il Mulino, 1980. 13 L. TOSI, Momenti e problemi della presenza italiana alle Nazioni Unite (1955-1989), “La Comunità Internazionale”, LV, 2000, 3, p. 402.

Anteprima della Tesi di Giovanni Fasanella

Anteprima della tesi: L'Italia, l'Onu e la decolonizzazione, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Fasanella Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13231 click dal 28/04/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.