Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 degli interventi cofinanziati. Il principio implica, peraltro,la discussione e la concertazione tra i vari attori per stabilire chi sia il soggetto che può agire meglio e quale tipo di azione sia più adeguata alle caratteristiche del contesto interessato. Per garantire un apporto continuativo degli attori del partenariato, la concertazione è prevista in tutte le principali fasi della programmazione e dell’attuazione degli interventi: il partenariato si concretizza nella elaborazione dei piani, nella negoziazione del Quadro Comunitario di sostegno, nell’attuazione delle forme di intervento, nella sorveglianza, nel monitoraggio e nella valutazione delle azioni intraprese. Tale partecipazione è inoltre rafforzata e garantita dalla presenza delle autonomie locali e delle parti sociali, ai Comitati di sorveglianza che seguono l’attuazione degli interventi. Il partenariato è ulteriormente garantito a livello comunitario: ogni anno, infatti, la Commissione consulta le organizzazioni che rappresentano parti sociali a livello europeo in merito alla politica strutturale della Comunità. Il nuovo regolamento quadro sui fondi strutturali riserva quindi, in applicazione del principio di sussidiarietà, una maggiore attenzione al tema del partenariato istituzionale ed economico-sociale. In particolare è maggiormente precisato il ruolo del partenariato ed il suo intervento, è esteso a tutte le fasi della realizzazione degli interventi: pianificazione, finanziamento, sorveglianza e valutazione dei programmi. Gli interventi strutturali, sono principalmente di competenza nazionale, le azioni strutturali promosse a livello comunitario, devono essere quindi concepite, secondo il principio di complementarietà, come aggiuntive, rispetto all’iniziativa nazionale; costituiscono un contributo ad essa e non devono sostituirla, ma affiancarla. Tale finalità è perseguita anche dal principio di addizionalità. Secondo l’articolo 11, comma 1, del regolamento (ce) 1260/1999 “per assicurare un reale impatto economico, gli stanziamenti dei fondi non

Anteprima della Tesi di Daniele Pavoncello

Anteprima della tesi: I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Pavoncello Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5467 click dal 04/05/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.