Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 possono sostituirsi alle spese a finalità strutturale pubbliche o assimilabili dello Stato membro”. Il principio di addizionalità, ha l’obiettivo di evitare che il contributo dei fondi strutturali finisca col sostituirsi alle spese pubbliche nazionali a finalità strutturale, incoraggiando gli Stati membri a ridurre gli stanziamenti nazionali. Il finanziamento comunitario, infatti, si somma ai finanziamenti nazionali, sia pubblici, che privati. Le risorse comunitarie assicurano il rispetto degli obiettivi ritenuti prioritari dall’Unione, permettendo eventualmente il dislocamento delle risorse nazionali verso altri obiettivi. Strettamente connessa alla finalità perseguita dai principi di complementarietà e addizionalità, è, la modalità, del cofinanziamento. Gli Stati membri assicurano, infatti, una partecipazione al finanziamento degli interventi comunitari con risorse nazionali pubbliche e private. La partecipazione finanziaria dei fondi strutturali rispetta dei limiti, a seconda delle aree di intervento e precisamente: • Per le misure attuate nelle regioni interessate all’obiettivo 1, i fondi strutturali possono intervenire fino al 75% al massimo del costo totale ammissibile e, di norma, almeno fino al 50% delle spese pubbliche ammissibili. • Per le misure attuate nelle regioni interessate dagli obiettivi 2 e 3, i fondi strutturali possono intervenire fino al 50% al massimo del costo totale ammissibile e, di norma, almeno fino al 25% delle spese pubbliche ammissibili. La percentuale restante è assicurata dal cofinanziamento nazionale, principalmente tramite le risorse destinate con delibera del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica al Fondo di Rotazione per l’attuazione delle politiche comunitarie, istituite con legge 183/1987.

Anteprima della Tesi di Daniele Pavoncello

Anteprima della tesi: I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Pavoncello Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5467 click dal 04/05/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.