Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 Il cofinanziamento dei Programmi Nazionali è assicurato interamente con risorse statali; al cofinanziamento dei Programmi regionali contribuiscono anche risorse regionali, locali e private. Il principio di concentrazione è volto ad ottimizzare l’utilizzo delle risorse comunitarie convogliando i finanziamenti su interventi efficaci ed in grado di garantire un impatto significativo. I fondi costituiscono, infatti, il principale mezzo per contrastare i divari regionali, ma sono pur sempre limitati; il principio di concentrazione permette, al contrario, di evitare la dispersione dei finanziamenti in un sistema di risorse scarse. Gli Stati membri e la Commissione garantiscono, nel quadro della conpartecipazione, nelle varie fasi della programmazione, che gli interventi comunitari relativi a ciascun obiettivo siano concentrati su i bisogni più importanti e sulle azioni più efficaci. La concentrazione viene perseguita mediante una appropriata ripartizione delle risorse finanziarie tra gli obiettivi e, all’interno di ciascun obiettivo, tra azioni, beneficiari e aree geografiche; nonché mediante un approccio integrato ovvero attraverso l’integrazione tra i Fondi strutturali e tra questi e gli altri strumenti finanziari a livello di obiettivi, di azioni, di beneficiari e di aree geografiche. Il Regolamento (ce) 1260/1999 rispecchia questo principio. Molte delle innovazioni introdotte sono, infatti, volte a rafforzare il principio di concentrazione; gli obiettivi prioritari sono stati ridotti da 7 a 3, il numero delle iniziative comunitarie è passato da 13 a 4 e la ripartizione delle risorse tra gli obiettivi privilegia di gran lunga l’obiettivo 1, cui sono destinati oltre i 2/3 delle risorse. Le azioni finanziate dai Fondi Strutturali devono mantenersi in armonia con le esigenze dell’Unione: in pratica, l’azione strutturale deve operare nel

Anteprima della Tesi di Daniele Pavoncello

Anteprima della tesi: I Fondi Strutturali Europei. Il Fondo Sociale Europeo nella Regione Abruzzo, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Pavoncello Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5466 click dal 04/05/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.