Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Identità giovanile e aggregazione antagonista: il caso della scena rave a Milano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 INTRODUZIONE Chi sono i giovani? In che modo si distinguono dagli adulti? Domande di questo tipo sorgono spontanee, di fronte ad un concetto mutevole come quello di giovinezza. In effetti, dare una definizione di giovinezza, è un’impresa ardua, essendo la fascia giovanile in continuo mutamento a causa di fattori di tipo sociale e biologico. Oggi, un ragazzo di diciassette anni, viene considerato come un adolescente, e per questo dispone di particolari privilegi propri della fascia di età giovanile, ma nel passato (ai tempi dell’impero romano), un individuo della stessa età, veniva considerato un adulto a tutti gli effetti (D’Eramo, 2001). Da questo esempio emerge chiaramente come il concetto di giovinezza vari nel tempo, e non solo; esso, anche nella stessa epoca, assume diversi significati a seconda del contesto culturale di riferimento. Ad esempio, un individuo di 28 anni può essere considerato giovane in riferimento alla sua posizione nel mercato del lavoro, ma nel mondo sportivo un ventottenne viene sicuramente percepito come “maturo” o, addirittura, “vecchio” (D’Eramo 2001). Il concetto di giovinezza, si presenta come assai complesso, e deve necessariamente essere studiato rispetto a un contesto storico e sociale ben determinato. In particolare, è interessante osservare come i giovani costruiscono la propria identità in modo da differenziarsi dai genitori e dalle figure adulte in generale. La costruzione dell’identità giovanile, spesso in conflitto con quella adulta, è un fenomeno di fondamentale importanza. Studiando le varie tipologie tramite cui l’identità giovanile viene costruita e affermata, è possibile comprendere meglio le caratteristiche dei giovani e i loro bisogni. Come verrà sviluppato nei prossimi capitoli, le subculture rappresentano forme di identità giovanili che nascono all’interno della cultura “dominante”, ma se ne distinguono per valori, linguaggio, stili di vita e norme di riferimento.

Anteprima della Tesi di Enrico Piazza

Anteprima della tesi: Identità giovanile e aggregazione antagonista: il caso della scena rave a Milano, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Enrico Piazza Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9185 click dal 05/05/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.