Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle regioni nello sviluppo dell'e-government

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il contesto - 18 - competitiva e dinamica del mondo, migliorando occupazione e coesione” 8 e al vertice di Feira, nel giugno 2000, è stato adottato il piano d'azione e-Europe per raggiungere tale obiettivo. Le azioni previste dal piano sono 11 raggruppabili in 3 obiettivi principali, come riportato nella tabella n. 2. Internet rappresenta il principale motore per lo sviluppo della Società dell’informazione, e lo scopo è di aumentare le connessioni perché ogni cittadino, famiglia, scuola, azienda o amministrazione possa accedervi in modo rapido, sicuro e ai minor costi possibili. Garantire una connessione sicura e veloce a tutta la popolazione europea ha come fine ultimo quello di recuperare i ritardi dell’Europa nei confronti degli Stati Uniti, traducibili in: - scarso e sicuro accesso ad Internet e, di conseguenza, al commercio elettronico; - scarsità di utilizzatori degli strumenti digitali; - scarsa propensione al rischio d’investimento, mancanza di una cultura abbastanza dinamica e imprenditoriale, soprattutto nel passaggio dalle tecnologie tradizionali alle nuove tecnologie; - lentezza del settore pubblico nel promuovere lo sviluppo di nuove applicazioni e nuovi servizi attraverso la rete. Gli svantaggi indicati possono essere recuperati facendo leva su quelli che invece sono i punti di forza dell’Europa come l’essere all’avanguardia nello sviluppo delle tecnologie digitali, l’avere un eccellente sistema d’istruzione oltre ad un vasto patrimonio di contenuti, la multimedialità e l’interattività leggera, allo scopo di trovare una via europea allo sviluppo della Società dell’informazione. Gli obiettivi che l’Europa si è posta con il piano e-Europe 2002 sono stati costantemente monitorati attraverso rapporti di benchmarking, per individuare i risultati raggiunti, correggere eventuali errori di rotta e non accumulare ritardi. Sulla base dei rapporti di benchmarking, durante il Consiglio delle Telecomunicazioni dell'UE 8 e-Europe 2002 – Una società dell’informazione per tutti, Piano d’azione preparato dal Consiglio e dalla Commissione Europea per il Consiglio europeo di Feira 19-20 Giugno 2000 Tabella n. 2 - Obiettivi e azioni del piano e-Europe 1. Accesso più economico, più rapido e più sicuro ad Internet a) Un accesso più economico e rapido ad Internet b) Accesso più rapido ad Internet per ricercatori e studenti c) Reti e carte intelligenti sicure 2. Investire nelle risorse umane e nella formazione 1. Giovani d'Europa nell'era digitale 2. Lavorare nell'economia basata sulla conoscenza 3. Partecipazione di tutti all'economia basata sulla conoscenza 3. Promuovere l'utilizzo di Internet a) Accelerare il commercio elettronico b) Amministrazioni on-line: accesso elettronico ai servizi pubblici c) Assistenza sanitaria on-line d) Contenuti europei digitali per reti globali e) Trasporti intelligenti Fonte: elaborazione nostra

Anteprima della Tesi di Alessia D'alonzo

Anteprima della tesi: Il ruolo delle regioni nello sviluppo dell'e-government, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Alessia D'alonzo Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2486 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.