Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La contabilizzazione delle stock options

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 - talvolta sono previste delle agevolazioni fiscali per i dipendenti, a condizione che i piani rispettino alcuni requisiti, al fine di impedire che essi assumano finalità eccessivamente speculative. L’espressione “stock option” non esaurisce però le forme di partecipazione azionaria dei dipendenti che una società può realizzare, anche se nel contesto italiano tale termine viene utilizzato per riferirsi a tutti gli incentivi di natura azionaria, comprendendovi anche le assegnazioni di azioni ai dipendenti, sia gratuite che a pagamento. Facendo riferimento alla terminologia in vigore negli Stati Uniti, Paese dove questi strumenti si sono maggiormente sviluppati, si devono menzionare almeno altre due categorie di piani: a) stock grant plans: piani che attribuiscono a titolo gratuito ai beneficiari azioni della società in cui prestano la propria attività lavorativa; b) stock purchase plans: piani che garantiscono ai beneficiari la facoltà di acquistare azioni della società ad un prezzo prefissato, normalmente con uno sconto sul prezzo di mercato dei titoli. Le diverse tipologie di stock option plans e le possibili varianti di tale strumento saranno esaminate in modo approfondito nel capitolo 2 del presente lavoro; per il momento basti sottolineare che la differenza tra assegnazione di opzioni e attribuzione di azioni è notevole. Infatti, i beneficiari di stock option sono in genere soggetti ad un vincolo temporale per quanto riguardo l’esercizio delle opzioni (di solito da tre a dieci anni nei paesi anglosassoni), ma sono liberi di rivendere i titoli acquistati, una volta esercitata l’opzione, anche immediatamente dopo l’acquisto. Questo rende molto probabile che i titolari di stock option non mantengano la proprietà delle azioni per un lungo periodo di tempo e, di conseguenza, i piani di azionariato ai dipendenti basati sulle azioni sono spesso ritenuti più indicati delle stock option per creare quella visione di

Anteprima della Tesi di Letizia Nerini

Anteprima della tesi: La contabilizzazione delle stock options, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Letizia Nerini Contatta »

Composta da 255 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5309 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.