Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La contabilizzazione delle stock options

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

X Accounting Standard Board) sul trattamento contabile delle remunerazioni azionarie e soffermarci, infine, sulla situazione italiana. Con riferimento alla realtà statunitense, viene analizzato il contenuto dei due documenti base in materia di stock option: l’Accounting Principle Board (APB) Opinion n. 25 del 1972 ed il Financial Accounting Standard Board (FASB) Statement n. 123 del 1995. Tali paragrafi hanno l’obiettivo di ripercorrere i momenti dell’evoluzione legislativa statunitense attinente alle opzioni azionarie e, soprattutto, di presentare i diversi criteri suggeriti per valutare le opzioni (valore intrinseco per l’Opinion n. 25, fair value per lo SFAS n. 123) e per rilevare il loro costo nei bilanci delle società, anche attraverso le scritture in partita doppia associate a ciascuna modalità di rilevazione. Sempre in relazione agli Stati Uniti, viene infine illustrata l’evoluzione più recente, sia a livello di legislazione (con alcuni nuovi interventi del FASB in materia), che per quanto attiene le tendenze nell’impiego delle stock option che si stanno diffondendo tra le imprese statunitensi. La situazione italiana viene introdotta partendo dai recenti provvedimenti in campo internazionale assunti dallo IASB, organismo preposto alla statuizione di principi contabili internazionali, il cui progetto sul trattamento in bilancio delle remunerazioni azionarie (International Financial Reporting Standard, Share-Based Payment, IFRS 2, del Febbraio 2004) ha forti ripercussioni sulle imprese italiane. Questo è dovuto, soprattutto, al Regolamento europeo 7 che impone a tutte le società quotate dell’Unione Europea di redigere i loro conti consolidati, a partire dal 2005, in base ai principi contabili emessi dallo IASB. La proposta di contabilizzazione presentata dall’IFRS 2 mira a riflettere la natura economica dell’operazione di concessione di opzioni 7 Si tratta del Regolamento CE n. 3626/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio.

Anteprima della Tesi di Letizia Nerini

Anteprima della tesi: La contabilizzazione delle stock options, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Letizia Nerini Contatta »

Composta da 255 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5312 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.