Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi dell'industria discografica a seguito della pirateria e dell'effetto ''Napster'', il caso EMI

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I – Il panorama dell’industria fonografica nel mondo e in Italia 9 trova collocazione nelle cosiddette regioni sviluppate (Nordamerica, Europa, Australia, e Nuova Zelanda, Giappone) mentre sono molto contenuti nella restante parte del globo, proprio là dove i dati sulla musica sono frammentari o mancano del tutto. Tale situazione non costituisce di per sé un evento sfavorevole e, in determinate condizioni, può comportare interessanti possibilità per l’espansione del settore, come confermato dal maggiore interesse dell’industria fonografica verso queste zone. Fig. 3 - VENDITE DI PRODOTTI FONOGRAFICI PER REGIONI CONTINENTALI (nel 1998) Asia 6% America Latina 7% Nord America 34% Europa 33% Australia 2% Medio Oriente e Turchia 1% Africa 1% Giappone 16% Inoltre, in numerosi Paesi un tempo esclusi dalle indagini o poco considerati, si è riscontrata una collaudata traiettoria di sviluppo, con una fase di introduzione ex novo o di applicazione delle norme giuridiche alla quale segue l’entrata in scena delle principali multinazionali.

Anteprima della Tesi di Alessandro Manunta

Anteprima della tesi: La crisi dell'industria discografica a seguito della pirateria e dell'effetto ''Napster'', il caso EMI, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Manunta Contatta »

Composta da 288 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12521 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.