Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione dell'acqua e i fallimenti della privatizzazione idrica in alcuni PVS

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 I servizi idrici, in molte loro parti, costituiscono un esempio di servizio pubblico, ossia un servizio non consumato singolarmente da ciascun utente, ma collettivamente, da parte di un gruppo di consumatori: ciò si verifica perché il servizio costituisce un unità indivisibile. Inoltre è indifferente dal punto di vista dei costi che un nuovo consumatore si aggiunga agli altri. In questi casi, la teoria economica dimostra l’inefficienza del mercato, poichè nessun singolo consumatore ha interesse a rilevare la propria domanda e la conseguente disponibilità a pagare, contando che altri provvedano al suo posto. Ne consegue un livello complessivo di domanda inferiore a quello socialmente ottimale. E’ quindi necessario un soggetto pubblico che si faccia carico della specificazione della domanda per questi servizi e di esprimere, in nome della collettività dei consumatori, la disponibilità della società a pagare per i servizi. L’operatore, essendo falliti i meccanismi del libero mercato, deve definire: - beni e servizi da offrire; - qualità dei servizi; - quantità in cui devono essere forniti (tecnologie, costi e fonti); - per chi devono essere prodotti; - quale margine di capacità in eccesso (maggiore o uguale a zero) deve essere costruito nel sistema di offerta per fronteggiare le punte di domanda. I servizi idrici, contrariamente a quanto accaduto in altri settori, hanno visto generalmente un intervento diretto da parte delle amministrazioni pubbliche, che si sono appropriate della funzione di organizzazione dei servizi e spesso hanno provveduto direttamente alla loro gestione operativa. Col tempo, la situazione è mutata. La complessità imprenditoriale dei servizi è cresciuta, questo ha reso più difficile l’offerta di servizi da parte di organizzazioni produttive poco sofisticate, quali quelle delle amministrazioni pubbliche locali. Anche il concetto di servizio pubblico si è allargato:fino al 1800 esso si limitava alla messa in opera di pozzi e fontane pubbliche, ai primi del secolo esso poteva provvedere alla distribuzione alle case; successivamente si aggiunge la necessità di

Anteprima della Tesi di Francesco Ferlisi

Anteprima della tesi: La gestione dell'acqua e i fallimenti della privatizzazione idrica in alcuni PVS, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Ferlisi Contatta »

Composta da 89 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7549 click dal 17/06/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.