Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La presunzione di non colpevolezza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 espresso nella norma costituzionale, cioè appositamente formulato in una disposizione dalla quale può essere ricavato mediante interpretazione. 10 Nell’analisi di questa problematica, si deve tenere presente che tale principio, pur essendo una norma, costituisce un qualcosa di diverso rispetto a quest’ultima, in quanto, mentre alle norme si ubbidisce, ai principi si aderisce, lasciando alla volontà del giurista la facoltà di scelta. Questo perché un principio non può essere né falso, né vero, ma solo condiviso o rigettato. Quindi, scegliere di dare attuazione alla presunzione d’innocenza, significa porre al centro della vicenda processuale il rapporto tra individuo e potere, e far prevalere il primo sul secondo. È da ciò che nasce il forte legame che unisce la presunzione d’innocenza ai modelli garantisti di giurisdizione penale. Infatti, in uno Stato totalitario, non può esservi spazio per un principio del genere, in quanto ciò che un siffatto modello persegue, è la punizione di tutti i colpevoli, anche a costo di sacrificare la libertà e i diritti degli innocenti. In contesti del genere prevarrà l’opposto principio dell’in dubbio pro repubblica 11 e quindi della presunzione di colpevolezza. Nello Stato di diritto, invece, tutto il modello processuale s’impernia sulla tutela dell’innocente, anche a costo dell’immunità di qualche colpevole. Ecco che a questa esigenza sopperisce la presunzione d’innocenza. 10 Cfr. Garofoli, Presunzione d’innocenza e considerazione di non colpevolezza, la fungibilità delle due formulazioni, in Riv. It. dir. Proc. Pen., 1998, p. 1169. 11 Vedi infra, Cap. II, p. 26.

Anteprima della Tesi di Giovanna Batia

Anteprima della tesi: La presunzione di non colpevolezza, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanna Batia Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12326 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.