Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La presunzione di non colpevolezza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

V e articoli di giornale, ho constatato che il legislatore ha facoltà di introdurre, nel nostro ordinamento, delle ipotesi circoscritte di misure cautelari automatiche, che esulano la soddisfazione della semplice esigenza cautelare, poiché vanno a colpire reati di particolare gravità. Ipotesi del genere sono state introdotte nel campo dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, ex art. 416-bis c.p.p., e di alcuni reati commessi da dipendenti pubblici a danno della pubblica amministrazione, ex art. 4 della legge 97/2001. L’unico limite alla discrezionalità del legislatore è quello del controllo della ragionevolezza sull’introduzione di tali limitate ipotesi. Ma, nonostante la conferma da parte della Corte Costituzionale della legittimità di tali provvedimenti, una parte della dottrina non è dello stesso parere, poiché, se esiste una norma di rango costituzionale, che vieta di considerare colpevole l’imputato fino a sentenza definitiva, ciò dovrebbe valere per tutti gli imputati, anche per coloro che sono accusati di aver commesso reati gravi ed infamanti. In conclusione, un ringraziamento speciale va alla professoressa Giambruno, per il preziosissimo aiuto, e al mio relatore, il professor Tranchina, che mi ha dato la possibilità di sviluppare e approfondire un tema che mi ha appassionato molto.

Anteprima della Tesi di Giovanna Batia

Anteprima della tesi: La presunzione di non colpevolezza, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanna Batia Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12326 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.