Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Teatro e disagio psichico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 Il suo libro, “Far teatro per capirsi” 1 , spaziando da accenni a teorie di antropologia e psicologia a basi di storia del teatro, spiega la sua visione terapeutica in rapporto ad esse (ma anche in realtà ad una visione olistica, globale, che non si limiti all’uso di un certo tipo di tecnica), con esempi di esperienze personali ed esercizi pratici, oltre ad un piccolo glossario finale. Inoltre, alla pagina Internet www.apsv.it troviamo un’accurata presentazione di tutte le attività svolte e in programma 2 , con particolare attenzione sulla scuola e i docenti (Orioli stesso, Giovanna Di Lonardo 3 , e Roberto Motta 4 ); addirittura è presente un “manifesto della teatroterapia” 5 , redatto a dicembre 2000 in seguito alla costituzione della Federazione Italiana Teatroterapia di cui lui è presidente. La creazione del manifesto, ma anche la cura nella presentazione e un certo tipo di pubblicizzazione dei corsi (ad esempio la precisazione del rilascio di un attestato), e la stessa creazione di nuovi gerghi e tecniche, sono indice di una sorta di “istituzionalizzazione” 6 di un certo tipo di teatro nell’ ambito del disagio psichico. Testimone di ciò è anche la creazione di un’altra associazione, denominata “Art Therapy Italiana”, nonché dell’“Associazione Europea delle Arti Terapie”, che cura anche l’uscita del periodico “Arti Terapie” (direttore responsabile Rolando Renzoni), rivista orientata soprattutto verso un approccio psicologico - terapeutico. E’ proprio all’interno di tale periodico che sono stati riportati, nel 2000, gli atti di una giornata di studio svoltasi a Bologna intorno al tema delle arti terapie, in cui fra l’altro si vagliava la possibilità della creazione di corsi universitari in merito, come appare dall’intervento del professor Ricci Bitti, riportatoci da Gabriella Trani: 1 Orioli, Walter, “Far teatro per capirsi”, Edizioni Macro, Cesena 1995. 2 Vedi Appendice. 3 Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera ed in musicoterapia presso il Centro di Educazione Musicale Base di Milano. 4 Attore e regista in vari gruppi teatrali nel milanese. 5 Vedi appendice, p. 189. 6 Ad esempio, nel sito Internet dell’Associazione Politeama, sono elencati i maggiori punti di riferimento in merito alla teatro terapia, come le riviste (“Catarsi – teatri delle diversità” e “Arti Terapie”), alcuni testi, alcuni gruppi (tra cui il Teatro Kismet, il Teatro degli Affetti di Nava, il Teatro Reginald, il Teatro Nucleo, il Teatro Tascabile di Bergamo, il Teatro La ribalta di Merate), ed infine alcune scuole.

Anteprima della Tesi di Simona Bracaloni

Anteprima della tesi: Teatro e disagio psichico, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simona Bracaloni Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11950 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.