Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione Negli ultimi anni il capitale ha assunto un’importanza centrale nelle politiche del sistema creditizio nazionale e internazionale. Il compito del capitale è quello di ammortizzare le future perdite che potrebbero minacciare l’esistenza stessa delle banche. Ciò ha indotto l’Autorità di vigilanza ad individuare nuove soluzioni per la regolamentazione del capitale. La soluzione di questo problema sembra riposare sull’adozione di sistemi di rating che una volta verificati e validati costituirebbero un vero sistema di autodisciplina del mercato del capitale. Di fatto il Comitato individua esplicitamente nelle tecniche di risk management e nella loro efficace applicazione il punto di contatto tra il rispetto delle esigenze di stabilità del sistema e le opportunità di efficienza degli intermediari finanziari e bancari. In realtà l’interesse delle banche verso le nuove tecniche di credit risk management dovrebbe nascere da motivazioni gestionali ed economiche, prima ancora che da sollecitazioni dell’Autorità di vigilanza. Lo scopo fondamentale della revisione dell’Accordo proposta nell’Aprile 2003 è di migliorare la correlazione fra il requisito patrimoniale e i rischi effettivamente assunti dalle banche. L’obiettivo di stimolare gli operatori a migliorare le pratiche di gestione del rischio trova riscontro nella previsione di diversi metodi di misurazione dei requisiti patrimoniali (Approccio Standard e IRB), in funzione della capacità delle banche di stimare alcuni parametri.

Anteprima della Tesi di Nadia D'ostuni

Anteprima della tesi: La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nadia D'ostuni Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10273 click dal 19/05/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.