Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 2 Con questa proposta le autorità di vigilanza hanno inteso spingere il mercato creditizio verso forme market-oriented di gestione del rischio bancario contribuendo allo stesso tempo alla diffusione di una cultura globale del rischio stesso. Questo lavoro di revisione della prima versione dell’Accordo nasce dall’esigenza di adeguare il sistema dei coefficienti alle modificazioni dello scenario finanziario, in particolare alla maggiore complessità dei rischi che le banche dei paesi del G-10 devono fronteggiare, all’innovazione finanziaria e ai progressi delle tecniche di misurazione e controllo dei rischi. Negli ultimi anni molte banche internazionali hanno sviluppato modelli innovativi nella gestione e misurazione del rischio di credito che consentono di stimare il grado di rischio di una singola esposizione e di conseguenza di determinare il capitale economico assorbito. I fattori che hanno determinato questo cambiamento sono da ricercarsi nello sviluppo delle logiche del credit risk management e nell’evoluzione in atto nella normativa di vigilanza. Una quantificazione appropriata del rischio è fondamentale perché consente alle banche di realizzare un pricing più corretto dei propri prodotti, di stimare la redditività corretta per il rischio di ogni esposizione, di diversificare al meglio il proprio portafoglio impieghi e di allocare il capitale in modo efficiente. Nel primo capitolo si riporta la definizione di rischio di credito attualmente utilizzata dalle banche più evolute nelle nuove tecniche di gestione del rischio di credito.

Anteprima della Tesi di Nadia D'ostuni

Anteprima della tesi: La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nadia D'ostuni Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10273 click dal 19/05/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.