Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Economia della Conoscenza. Il distretto ICT Torino Wireless

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Gli impulsi di base, che muovono il capitalismo derivano da: ¾ nuovi beni di consumo; ¾ nuovi metodi di produzione; ¾ nuovi metodi di trasporto; ¾ nuovi mercati; ¾ nuove forme di organizzazione industriale; queste sono le 5 forze che danno luogo al cosiddetto processo di “distruzione creativa”. L’evoluzione dell’ambiente socio-economico si fonda essenzialmente sull’innovazione, ossia la capacità di generare nuove conoscenze e tecnologie e di adattare i processi ed i prodotti che sono frutto del cambiamento. Solo se l’applicazione dell’innovazione viene estesa anche ai metodi di gestione, alle modalità di organizzazione delle imprese, alla cultura imprenditoriale e manageriale, allora l’innovazione può risultare proficua. Il cambiamento di un paradigma socio-economico determina una ristrutturazione dell’intero sistema, che va al di là del cambiamento tecnologico. In particolare esso induce: ¾ un rinnovamento dei prodotti, come conseguenza dei nuovi fattori chiave della produzione; ¾ investimenti infrastrutturali; ¾ una nuova best practice nell’organizzazione dell’impresa ed i rapporti tra imprese; ¾ nuovi skills che influenzano quantità e qualità della forza lavoro;

Anteprima della Tesi di Giancarlo Cicconi

Anteprima della tesi: L'Economia della Conoscenza. Il distretto ICT Torino Wireless, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giancarlo Cicconi Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7515 click dal 12/05/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.