Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Internet e le pubblicazioni scientifiche. La Journals Crisis e la comunicazione tra scienziati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 colleghi appartenenti ai “collegi invisibili” 4 che si formano all’interno delle comunità scientifiche. La letteratura interspecialistica invece, si rivolge a un margine più ampio di ricercatori, i quali possono appartenere a diversi “collegi”, che lavorano sulla stessa disciplina ma che hanno ambiti di ricerca separati o contigui. Si possono citare come esempi di letteratura interspecialistica le pubblicazioni rintracciabili su due importanti edizioni scientifiche come Nature e Science. Il processo di revisione scientifica si chiama peer review, in quanto l’addetto a tale operazione, il referee, viene considerato un pari, ovvero un esperto che ha le competenze adeguate per giudicare i lavori scientifici a lui sottoposti. L’invio degli articoli scientifici al giudizio di uno o più referee è un elemento fondamentale su cui si basa la credibilità e la fiducia dei singoli ricercatori nella comunicazione scientifica tramite riviste specializzate. Negli ultimi decenni si sono verificati episodi che hanno suscitato un certo dibattito sul meccanismo di peer review. Sono emblematici i casi di due articoli inviati a riviste scientifiche specializzate, rispettivamente da Epstein nel 1987 e da Sokal nel 1996 5 . Entrambi hanno inviato degli articoli con contenuti non ricavati da vere ricerche scientifiche per cercare di svelare come nelle scelte editoriali e nel giudizio dei referee gravino influenze politiche, culturali e sociali. Come vedremo nel terzo capitolo, anche gli stessi ricercatori pensano che questo meccanismo di valutazione dei lavori scientifici abbia delle carenze, anche se comunque, nella situazione attuale, viene considerato il migliore sistema possibile per valutare gli articoli scientifici. 4 D. Crane, Invisible Colleges, The University of Chicago Press, Chicago-London, 1972. 5 I casi sono esposti in: M. Bucchi, Scienza e società, Il Mulino, Bologna, 2002, p.117.

Anteprima della Tesi di Fabio Marzella

Anteprima della tesi: Internet e le pubblicazioni scientifiche. La Journals Crisis e la comunicazione tra scienziati, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Fabio Marzella Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1679 click dal 19/05/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.