Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pentesilea in Heinrich von Kleist e in Christa Wolf

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Pieno d’ira a causa della morte in campo di Patroclo, Achille si gettò con violenza contro l’omicida del suo amico, Ettore, che, dopo essere stato sconfitto lo implorò: Achille, per la tua vita, per le tue ginocchia, per li tuoi genitori, io ti scongiuro, déh non far che di belve io sia pastura […], rendi questo mio corpo, onde l’onor del rogo dai Teucri io m’abbia e dalla Teucre donne 3 . Ma Achille rispose : Non pregarmi, iniquo, non supplicarmi […]Potessi io preso dal mio furore minuzzare le tue carni, ed io stesso, per l’immensa offesa che mi facesti, divorarle crude. No, nessun la tua testa al fero morso de’cani involerà [...] 4 . Achille era un impulsivo, capace ora di grandi atti di generosità ora di azioni di una crudeltà disumana: in quel momento il suo orgoglio smisurato esigeva una crudeltà smisurata, e attaccò per i piedi il corpo del morto al suo carro trascinandolo per chilometri. In seguito sarà Priamo stesso a recarsi nella tenda dell’eroe per supplicarlo di rendergli il corpo del figlio e dargli degna sepoltura. 3 Omero, Iliade, traduzione di V.Monti, Milano, Rizzoli, 1990, p.824, vv. 430-439. 4 Ivi, p. 824, vv. 441-455.

Anteprima della Tesi di Federica Denaro

Anteprima della tesi: Pentesilea in Heinrich von Kleist e in Christa Wolf, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Federica Denaro Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5757 click dal 21/05/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.