Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Luogo e pensiero del sogno. Itinerario morantiano.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 I. 1 GLI ESORDI LETTERARI. L’attività letteraria di Elsa Morante si divide in due grandi fasi cronologiche, ciascuna distinta da un diverso ritmo di produzione e da un diverso rapporto ideologico con la letteratura; la prima fase, dal 1930 al 1945, anno in cui inizia la stesura di Menzogna e sortilegio, è relativa a quella produzione minore, semisconosciuta alla grande critica, la seconda fase, dal 1945 ad Aracoeli è la stagione della grande produzione romanzesca. La vocazione letteraria si manifestò nella scrittrice precocemente, ispirandole da prima fiabe per fanciulli e successivamente una vastissima produzione destinata a comparire sulla stampa periodica. Nei primi anni trenta, non ancora ventenne, collabora al «Corriere dei piccoli» con racconti e novelle che a volte si sviluppavano fino ad occupare più puntate, come il racconto Storia dei bimbi e delle stelle. La letteratura ― alla quale si affida come «cercando il miracolo, l’affermazione di una religione magica, insieme sontuosa e dolce, cerimoniale e consolatrice» 1 ― diviene per una professione obbligata il 1 G. FERRONI, Elsa Morante, in Storia della letteratura italiana. Il Novecento, Torino, Einaudi, 1991, IV, 551.

Anteprima della Tesi di Adriana Pasqualina Ciboddo

Anteprima della tesi: Luogo e pensiero del sogno. Itinerario morantiano., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Adriana Pasqualina Ciboddo Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3768 click dal 27/05/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.