Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi criminologica della tortura

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 - l’intimidazione individuale o generalizzata non più ai fini inquisitori o punitivi, ma di prevenzione e dissuasione rispetto a qualsiasi attività di disturbo. Questo secondo aspetto è diventato in molti casi prevalente, sicchè la tortura è diventata sempre più parte integrante della strategia di sicurezza del potere. Non è facile classificare i diversi tipi di tortura, perché, in ogni tipo di applicazione, tali differenti metodi si sovrappongono e tendono alla produzione dell’effetto finale che è essenzialmente di natura psicologica. Amnesty International indica la seguente tipologia: - tortura fisica, più tradizionalmente rivolta a sollecitare dolore fisico. - tortura psicologica, atta soprattutto a stimolare in maniera devastante i meccanismi dell’ansia della paura, della solitudine, della disperazione.

Anteprima della Tesi di Giovanni Pandarola

Anteprima della tesi: Analisi criminologica della tortura, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Pandarola Contatta »

Composta da 259 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4045 click dal 28/05/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.