Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia del commercio della Cina contemporanea e dei mutamenti economici e sociali causati dall'ingresso nell'OMC e nel commercio internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Al terzo posto si trovavano gli artigiani. I lavoratori delle città erano organizzati in gilde, corporazioni che controllavano la produzione e la vendita in ogni settore professionale: tessitura, calzoleria, lavorazione del bambù, ecc. Queste gilde erano anche tribunali di commercio ufficiosi, organizzazioni di mutua assicurazione, confraternite religiose. Verso il 1830, l'artigianato raggiunse un livello tecnico assai elevato. Si fabbricavano un'intera gamma di tessuti di seta e di cotone, di coloranti vegetali e minerali, di leghe leggere, di lacche, di vernici e di olii, di oggetti di bambù e di cuoio, secondo procedimenti spesso mantenuti segreti dalle gilde e dai villaggi. Tale produzione era differenziata geograficamente: miniere di rame, di sale, d'argento e di stagno nello Yunnan; miniere di ferro e fonderie nello Shanxi, tessiture in seta nel Guangdong, Yangzi e Zhejiang, inchiostro e carta nell' Anhui, porcellane nel Jianxi, stoffe di cotone nel Jiangsu, tè nel Fujian, Hubei e Yunnan. I mercanti, la cui attività economica era notevole, erano ciononostante relegati all’ultimo posto della scala confuciana. Tale fatto era dovuto principalmente alla reazione di difesa di una società agricola contro le forze economiche che minacciavano il suo equilibrio. Questa concezione non vietava però che gli estremi si potessero toccare e che i mercanti fossero in grado, come già detto, di comprare titoli confuciani e legittimare la propria potenza economica all’interno del sistema costituito. Anche i mercanti erano organizzati in gilde, sia professionali (té, seta) che soprattutto regionali, fatto che permetteva loro di ottenere appoggi, informazioni ed agevolazioni durante i loro viaggi in altre località della Cina.

Anteprima della Tesi di Stefano Righetti

Anteprima della tesi: Storia del commercio della Cina contemporanea e dei mutamenti economici e sociali causati dall'ingresso nell'OMC e nel commercio internazionale, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Righetti Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9368 click dal 31/05/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.