Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ritratto d'attrice: Isa Danieli, dall'esordio teatrale all'incontro con la drammaturgia contemporanea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO PRIMO DAGLI ESORDI AL SUPERAMENTO DEL TEATRO EDUARDIANO 1.1 PRIMI PASSI SUL PALCOSCENICO Isa Danieli è nata a Napoli nel 1936, figlia di Rosa Moretti e del suo compagno Renato Di Napoli, erede di una grande dinastia di attori. Rosa Moretti è, come spesso accadeva nell’ambiente teatrale, un nome d’arte, essendo all’anagrafe Maria Santoro. Cambiò il nome nel 1930 su consiglio del suo editore musicale, Americo Esposito, della casa discografica Phonotype Record, che lo scelse in base alle sue caratteristiche fisiche, essendo Maria Santoro molto bella e mora. La madre di Isa Danieli cominciò la sua carriera come cantante nei salotti della Napoli bene. In seguito, notata- come piace ricordare alla figlia- sia per la bellezza fisica che per le qualità vocali e costretta da necessità di tipo economico, divenne attrice di sceneggiata 1 , per poi approdare, dopo un provino fatto con Rodolfo Falvo a Radio Napoli. Rimasta vedova di Giulio Amatucci, ancora giovane e con un figlio piccolo, per lei il teatro fu l’unica possibilità di sopravvivenza. Pur non amandolo mai veramente, fu una necessità, non una passione. 1 Genere teatrale fiorito a Napoli tra le due guerre, che alterna il canto di una canzone popolare famosa con la recitazione e il melologo drammatico.

Anteprima della Tesi di Barbara Tinghi

Anteprima della tesi: Ritratto d'attrice: Isa Danieli, dall'esordio teatrale all'incontro con la drammaturgia contemporanea, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Barbara Tinghi Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2906 click dal 31/05/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.