Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Automazione e Standardizzazione della produzione multimediale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

UNITO - Tesi di Laurea di Toffanello Paolo Mario (matricola 145278) Automazione e Standardizzazione della produzione multimediale Pagina 11 quanto precedentemente esposto nell’analisi delle problematiche che evidenziano quelli che per HTML sono ormai considerati dei limiti. Infatti là si profilava una generale mancanza di controllo, ora invece ne stiamo portando alla luce una appositamente studiata: con XML chiunque potrà attingere ad internet in modo “puro”, considerando la Rete come la più grande base dati del pianeta, se vorrà potrà farlo passivamente, accettando ciò che gli viene proposto nel modo in cui questo giunge fino a lui, ma se desidererà qualcosa di differente, se sarà in grado, potrà ottenerlo, perché avrà il potere di manipolare le strutture che controllano le pagine per organizzare la raccolta del suo sapere nel modo a lui più congeniale, il più vicino ai suoi schemi mentali ed anche al suo gusto. Come ciò che ho sopra esposto avvenga sarà argomento dei prossimi capitoli, dove sviscereremo, o almeno proveremo a farlo, tutte le possibilità offerte da questo strumento, del quale cercheremo con obiettività di evidenziare pro e contro. Quello che invece mi preme in questa introduzione è fornire una buona panoramica delle potenzialità offerte da XML e far comprendere come questo possa integrarsi in un Corso di Laurea DAMS indirizzato ai Linguaggi Multimediali, così come possa effettivamente essere applicato in un reale progetto multimediale. Proprio da quest’ultima affermazione trarrei lo spunto per applicare a XML il concetto di multimedialità. Ormai tale concetto è ben noto ed affermato, qualunque sistema che integri al suo interno e sia in grado di riprodurre dati di tipo eterogeneo è definibile multimediale. Internet è da questo punto di vista un enorme deposito di prodotti multimediali, sebbene da solo non sia in grado di riprodurli. Sulla Rete infatti circolano non solo informazioni testuali, ma anche immagini, suoni, filmati, la riproduzione dei quali però sarà sempre, salvo nuove fantascientifiche scoperte nell’ambito dell’informatica neuronale, affidata alla bontà di un client. Con HTML era e naturalmente è possibile supportare svariati formati multimediali, a patto che questi siano previsti. Quello che invece non era possibile è gestirne il risultato e soprattutto espanderne i contenuti. XML invece offre la possibilità non solo di “trasportare” le informazioni, ma anche di gestirle, di controllarne i formati e le eventuali differenti riproduzioni su client eterogenei. Inoltre, caratteristica di non poco pregio, l’estensibilità offre anche la

Anteprima della Tesi di Paolo Mario Toffanello

Anteprima della tesi: Automazione e Standardizzazione della produzione multimediale, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Paolo Mario Toffanello Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1683 click dal 31/05/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.