Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e sport: il caso della pallavolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

22 un registro linguistico più elevato, dosiamo le parole in modo da non cadere in errore e non “fare brutte figure”. La volontà, secondo Wegner, infatti, è un segnale che “assomiglia molto a un’emozione” e serve per darci la “paternità” ai nostri comportamenti, ci fornisce quindi spiegazioni sulla morale e sul successo delle nostre azioni; in altri termini le spiega, le giustifica, ma non è la molla dell’azione stessa, perché questa è essenzialmente inconscia (Wegner, 2002). E’ anche per questo motivo che un allenatore, alla vigilia di una gara contro una squadra temuta dai suoi atleti, tenta di motivarli facendo loro ricordare vittorie inaspettate o convincendoli di avere i numeri per contrastare avversari di quel calibro: durante la competizione il gruppo sarà così più sicuro e determinato e anche il risultato sarà di successo. La volontà si carica così di orgoglio positivo e, anche se il ricordo non riaffiora alla mente e rimane inconscio, dà loro la sicurezza e la spregiudicatezza necessarie per superare indenni l’ostacolo.

Anteprima della Tesi di Ilaria Zara

Anteprima della tesi: Comunicazione e sport: il caso della pallavolo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Ilaria Zara Contatta »

Composta da 304 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11825 click dal 03/06/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.