Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La frenatura elettrica controllata

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Indicando con csss zqN il numero di spire in serie per fase per coppia polare, si ha: ° ↵ °   ° ↓ ° → ↑ ƒ ≈ … ≡ ↔ ← ♠ 3 1 3 )1(2 0 )1( 2 ),( k k pj sk ss s eie N tB Σ ∆ Σ Γ [ Π ∆ (1.3) e se si pone: ƒ 3 1 3 )1(2 )( 3 2 )( k k j sks etit Σ i (1.4) si può scrivere come segue: ⊥  ∆ Σ Γ [ Π ∆ j s ss s ete N tB )( 3 ),( 0)1( i (1.5) La quantità complessa )(t s i prende il nome di “componente simmetrico istantaneo di corrente di statore”, e sintetizza l’effetto contemporaneo delle tre correnti statoriche. Procedendo in modo analogo a quanto fatto per lo statore, è possibile ricavare l’espressione del campo d’induzione generato al traferro dal sistema di correnti rotoriche. Infatti, indicando con r m il numero delle fasi di rotore e fissando un riferimento angolare Ε coincidente con la mezzeria della prima fase di rotore, si ha: ⊥  Ε Σ Γ [ Π Ε Γ Π Ε jp r rcrrr m h rhr ete zqm tFtB r ∋ ƒ )(),(),( 0 1 )1( 0 )1( i (1.6) avendo posto: r r m h j m h rh r r eti m )1( 1 )( 2 ƒ Σ i (1.7) che rappresenta il componente simmetrico istantaneo di corrente di rotore. Poiché lo scopo è quello di arrivare all’espressione dell’induzione risultante al traferro, bisogna riportare quanto trovato ad un unico riferimento. E’ però facile verificare che tra gli assi ∆ e Ε esiste la seguente relazione: − ∆ Ε (1.8)

Anteprima della Tesi di Pasquale Ceres

Anteprima della tesi: La frenatura elettrica controllata, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pasquale Ceres Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2206 click dal 14/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.