Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

IVQS SERVER: un sistema client/server di interrogazione di basi di dati multimediali in rete, ad elevato grado di usabilità, con interfaccia iconica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 La popolarità di Internet deve quasi tutto alla nascita, nel 1991, del WWW, una nuova ed innovativa tecnica, basata sul protocollo HTTP, che fornisce la presentazione delle informazioni in rete attraverso l’uso di strutture ipertestuali il cui accesso avviene attraverso il browser, uno strumento sempre più completo e, allo stesso tempo, semplice da usare. Dal 1994 Internet diviene più conosciuta proprio per mezzo dei primi browser esclusivi dei centri di ricerca (NCSA) e di piccole e innovative società americane (Netscape) ed europee. Dal 1995 ad oggi, il numero degli utenti della rete cresce in modo più rapido con un trend attuale stimato in circa 100 milioni l’anno. Il successo di Internet va, forse, attribuito al fatto che su di essa convivono i media, momenti culturali e altri di natura esclusivamente commerciale e la caratterizzano, allo stesso tempo, aspetti di ricerca, proposte e servizi che soddisfano le esigenze dell’individuo. Lo sviluppo di Internet, su scala mondiale, si conferma lungo quattro direttrici fondamentali: quella tecnologica e della ricerca (per il miglioramento delle strutture fisiche di trasmissione); quella dell’educazione (per l’insegnamento a distanza); quella del sociale e della pubblica amministrazione (in termini di servizi al cittadino) ed infine quella del nuovo ed innovativo commercio elettronico. Negli ultimi due anni c’è stata una crescita strepitosa del numero di siti web, si è passati da 3,3 milioni nel Luglio 1998 a 33 milioni nel Gennaio 2001 (vedi figura 1.2). In relazione a questa crescita, si sono presentati sul mercato una notevole quantità di nuovi prodotti software di rete quali: i gestori di e-mail, i client FTP, i browser e strumenti di visualizzazione di file multimediali. Questi ultimi sono software con i quali un utente, quotidianamente, può ascoltare stazioni radio o vedere programmi televisivi via rete. Altri tool di comunicazione diretta tra utenti sono quelli che permettono di partecipare a delle chat o effettuare delle videoconferenze, utilissimi e sempre più utilizzati a livello di massa in qualsiasi contesto lavorativo, culturale o privato (ricordiamo ICQ, Mirc, NetMeeting, Iphone). Infine, esistono innumerevoli prodotti free-ware o share-ware sviluppati, in modo più o meno amatoriale, dalle comunità di Internet che esulano dai contesti rigidi imposti dai colossi della rete (Microsoft, Intel, IBM, ecc). Tali software sono scaricabili via rete da siti Web specializzati, tra cui si ricordano i principali: www.tucows.com, www.download.com. L’incremento della richiesta dell’utenza Internet ha imposto a molte società informatiche di aumentare il numero di server necessari a gestire le transazioni on-line dedicate al commercio elettronico. Nel marzo 2001 si è arrivati così ad un numero di 415 mila server attivi in Internet. Anche il giro di affari è aumentato, nel grafico riportato in figura 1.3 è possibile vedere come negli USA si è passati da cifre vicine agli 8 bilioni di dollari nel 1998 a 52 bilioni di dollari nel solo 2001.

Anteprima della Tesi di Simone Moretti

Anteprima della tesi: IVQS SERVER: un sistema client/server di interrogazione di basi di dati multimediali in rete, ad elevato grado di usabilità, con interfaccia iconica, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Simone Moretti Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1636 click dal 10/06/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.