Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione di un concetto: Sneakers da scarpe da tennis a filosofia di vita. Ruolo della pubblicità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 George Simmel aveva individuato più di qualche decennio fa: “La moda è imitazione di un modello dato che appaga il bisogno di un appoggio sociale, conduce il singolo sulla via che tutti percorrono (…) non di meno appaga il bisogno di diversità, la tendenza alla differenziazione, al cambiamento, al distinguersi.” (La moda, Simmel G., 1985) Gli anni Novanta sono gli anni della “Pantera” che riportano nelle aule universitarie argomenti come la droga, l’AIDS, l’immigrazione, e che fanno emergere una nuova ondata di insoddisfazione giovanile che risuona da quelle aule in piazze, strade e nei sempre più centrali media. Queste nuove tribù si esprimono in modi e con mezzi diversi rispetto a quelle degli anni precedenti. Esse parlano e ci parlano attraverso pratiche sportive nuove, e molto spesso estreme. Il “tribalismo sportivo”, così è definita la nuova protesta giovanile che dalle piazze si trasferisce alle spiagge, su piste con strabilianti pendenze, su ponti da cui potersi lanciare. Sport come lo skateboard, snowboard, jumping, diventano veri e propri fenomeni di culto per milioni e milioni di giovani. E naturalmente, come ogni tribù che si rispetti, anche quelle degli anni Novanta hanno dei punti di riferimento dai quali attingere regole e rituali.

Anteprima della Tesi di Stefania Pascuzzi

Anteprima della tesi: Evoluzione di un concetto: Sneakers da scarpe da tennis a filosofia di vita. Ruolo della pubblicità, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Stefania Pascuzzi Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6922 click dal 18/06/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.