Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure sperimentali del flusso attorno ad un cilindro con tecnica P.I.V. ed analisi dei risultati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Numero di illuminazioni per registrazione. Sia per le tecniche fotografiche che per quelle video, dobbiamo capire se è possibile registrare le immagini delle particelle traccianti su fotogrammi distinti per ogni illuminazione, o se tutte le immagini di particelle dovute a differenti esposizioni debbano essere registrate su un singolo fotogramma. Numero di componenti del vettore velocità. Nella PIV standard, a causa dell’illuminazione su un piano del campo di flusso, solo due componenti del vettore velocità possono essere determinate. Esistono tuttavia dei metodi per estrarre la terza componente del vettore velocità, sempre lavorando su una lamina piana. Estensione del volume di osservazione. Nel caso più generale è possibile una estensione del volume di osservazione tramite tecniche olografiche (PIV 3D), oppure con altri metodi, come realizzare diverse lamine di luce parallele in un volume. Estensione nel tempo. Con telecamere che lavorano in maniera ripetitiva è possibile registrare sequenze temporali di registrazioni PIV. Comunque, dal momento che la frequenza di ripetizione dei laser pulsati e delle telecamere è limitata, non è possibile registrare abbastanza rapidamente, come sarebbe richiesto dalle frequenze di molti fenomeni periodici nei flussi. Dimensione dell’area di interrogazione. La dimensione di una area di interrogazione dovrebbe essere sufficientemente piccola affinché i gradienti di velocità non abbiano un effetto significativo sui risultati. Inoltre essa determina il numero di vettori velocità indipendenti e di conseguenza la massima risoluzione spaziale della mappa di velocità che può essere ottenuta per una data risoluzione spaziale dei sensori impiegati per la registrazione.

Anteprima della Tesi di Stefano Fabbri

Anteprima della tesi: Misure sperimentali del flusso attorno ad un cilindro con tecnica P.I.V. ed analisi dei risultati, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Fabbri Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2621 click dal 23/06/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.