Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure sperimentali del flusso attorno ad un cilindro con tecnica P.I.V. ed analisi dei risultati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 1.3 Caratteristiche della tecnica di misura PIV Illustriamo brevemente i tratti distintivi di questa innovativa tecnica, per capirne meglio usi e potenzialità. Molte di queste caratteristiche saranno riprese nei capitoli seguenti, quando entreremo nel vivo del processo sperimentale. Misura di velocità non intrusiva. A differenza delle tecniche di misura delle velocità di flussi che impiegano sonde come tubi di pressione o fili caldi, la tecnica PIV, essendo una tecnica ottica, lavora in modo non intrusivo. Questo ne consente l’applicazione anche in flussi ad alta velocità con shock, o in strati limite vicino alle pareti, dove il flusso potrebbe essere disturbato dalla presenza di sonde. Misura di velocità indiretta. Allo stesso modo della tecnica Laser-Doppler, la PIV misura la velocità di un elemento fluido indirettamente, misurando la velocità di particelle traccianti entro il flusso, le quali, nella maggior parte delle applicazioni sono state aggiunte al flusso prima che l’esperimento iniziasse. Per i flussi bifase le particelle sono già presenti nel flusso ed eventualmente se ne aggiungono altre. Tecnica a pieno campo. La PIV è una tecnica che consente di registrare immagini di una estesa superficie del campo di flusso in una grande varietà di applicazioni in mezzi liquidi e gassosi, per estrarre informazioni di velocità. Questa caratteristica è unica della tecnica PIV. Ad eccezione della DGV (Doppler Global Velocimetry), tecnica innovativa particolarmente appropriata per flussi d’aria ad elevata velocità, tutte le altre tecniche di misura della velocità consentono soltanto la misura della velocità del flusso in un signolo punto , anche se spesso con una elevata risoluzione temporale. Con la PIV la risoluzione spaziale è alta, mentre la risoluzione temporale (frequenza dei fotogrammi di registrazione) è limitata a causa di restrizioni tecniche. Queste caratteristiche vanno tenute presenti se si confrontano i risultati ottenuti dalla PIV con quelli ottenuti con le tecniche tradizionali. L’acquisizione di immagini istantanee e una elevata risoluzione spaziale consentono alla PIV di indagare strutture spaziali anche in campi di flusso non stazionario.

Anteprima della Tesi di Stefano Fabbri

Anteprima della tesi: Misure sperimentali del flusso attorno ad un cilindro con tecnica P.I.V. ed analisi dei risultati, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Fabbri Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2621 click dal 23/06/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.