Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie competitive e modelli di business nel settore vitivinicolo: il caso Illva Saronno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 3. EFFETTI DELLA GLOBALIZZAZIONE SUL SETTORE VITIVINICOLO Uno degli effetti della globalizzazione nel settore del vino è indubbiamente la “crescita del livello di concentrazione del settore 4 ”, se considerato a livello globale. La concentrazione nell’industria del vino è stata elevata fin dai più remoti tempi passati. Certamente, comunque, quella del vino è la meno concentrata rispetto alle industrie del tabacco e delle bevande. Infatti, secondo i dati di Radobank, la quota di mercato mondiale delle prime tre più grandi aziende vinicole alla fine degli anni novanta era appena del 6% nell’industria del vino, in confronto al 35% per l’industria della birra, al 42% per l’industria dei superalcolici, e del 78% per l’industria dei soft drinks. Fusioni e acquisizioni all’interno del settore sono ormai quasi all’ordine del giorno, dal momento che solo così le aziende credono di potersi rafforzare in un business sempre più competitivo. Un altro effetto importante della globalizzazione nel settore del vino è che le aziende vitivinicole, per resistere alla crescente concorrenza, stanno assumendo sempre più gli aspetti di multinazionali sia in termini di produzione sia in termini di distribuzione, formando alleanze con società straniere per raggiungere le economie di scala e di scopo, soprattutto nei confronti dei distributori e delle catene della distribuzione. L’aumento degli investimenti diretti all’estero (Ide) nel settore del vino non dovrebbe sorprendere, data l’enorme crescita che altri settore del consumo hanno vissuto attraverso mergers and acquisitions internazionali. Secondo i dati forniti dall’ UNCTAD nel 2001, il valore delle operazioni di fusione ed acquisizione internazionali è cresciuto ad un ritmo del 25% all’anno dal 1987 al 1995 e dal 1995 al 2001 m&a internazionali sono aumentate ad una media del 50%. I cambiamenti del settore vitivinicolo verso una maggiore concentrazione stanno interessando maggiormente i Paesi del Nuovo Mondo piuttosto che quelli del Vecchio Mondo, come è dimostrato dai dati relativi al grado di concentrazione delle imprese nei diversi Paesi. 4 Wine business monthly. Globalization of the wine industry. Volume 9° Number 4. Maggio 2000. www.winebusiness.com

Anteprima della Tesi di Luca Zannirato

Anteprima della tesi: Strategie competitive e modelli di business nel settore vitivinicolo: il caso Illva Saronno, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Zannirato Contatta »

Composta da 289 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7846 click dal 14/06/2004.

 

Consultata integralmente 63 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.