Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Filosofie della giustizia e azione affermativa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 In secondo luogo, il fallimento di qualsiasi "universalismo" risulterebbe dalle divisioni etniche e religiose esistenti negli Stati Uniti: la varietà di istituzioni assistenziali è stata creata da una popolazione eterogenea fin dall'inizio della sua storia. In terzo luogo, un ostacolo a parte sarebbe costituito dalla questione dei neri, originariamente schiavi e poi mantenuti per un secolo in posizione di inferiorità sociale e legale. Bisogna poi prendere in considerazione anche una tendenza all'individualismo particolarmente forte nella società americana: ogni anno, continua Glazer, ci sono seicentomila nuovi immigrati (legali) negli Stati Uniti, e sono quasi tutti individui che mirano ad un successo personale da conseguire con le proprie capacità e contando sulla massima libertà possibile, non certo sull'assistenza da parte dello stato. E' anche da questo che deriva il sentimento comune secondo cui i problemi devono essere presi in carico da istituzioni autonome e indipendenti, costituite spontaneamente dai cittadini, piuttosto che dallo stato: le osservazioni di Tocqueville sull'associazionismo sono ancora validissime 9 . 9 “L'abitante degli Stati Uniti impara fin dall'infanzia che deve lottare con le sue sole forze contro i mali e gli ostacoli della vita; egli getta sull'autorità sociale uno sguardo diffidente e inquieto e si appella al suo potere solo quando non ne può fare a meno. Tutto questo si nota fin dalla scuola, in cui i bambini si sottomettono, anche nei giochi, a regole prestabilite e puniscono fra loro le colpe da loro stessi giudicate. Lo stesso spirito si trova in tutti gli atti della vita sociale. Sopravviene, per esempio, un ingombro nella pubblica strada, il passaggio interrotto, la circolazione arrestata: subito i vicini si costituiscono in corpo deliberativo e da questa improvvisata assemblea uscirà un potere esecutivo che rimedierà al male, prima ancora che l'idea di una autorità preesistente agli interessati si sia presentata all'immaginazione di alcuno. (...) Ci si unisce, infine, per resistere a nemici di natura tutta intellettuale: si combatte in comune, per esempio, l'intemperanza.” Tocqueville, (de) Alexis, La democrazia in America, Milano, Rizzoli (BUR), 1995, pag. 201.

Anteprima della Tesi di Norma Parena

Anteprima della tesi: Filosofie della giustizia e azione affermativa, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Norma Parena Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1372 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.