Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Ma non solo: esse hanno saputo trovare anche il modo di descriverlo, inaugurando un linguaggio ed un atteggiamento maggiormente efficaci rispetto a quelli tradizionali. Merleau-Ponty scorge perciò nell’approfondimento del rapporto con la non-filosofia l’occasione per il pensiero di ricevere nuovo vigore. Apertura, questa, che sancirebbe, egli ne è ben consapevole, lo schiudimento di un nuovo orizzonte, di uno scenario mai indagato prima e che dunque necessiterebbe in sommo grado una presa di coscienza filosofica. L’ontologia merleau-pontyana non esiterà a farsene carico. È questa la via che il pensatore transalpino individua, infatti, nella speranza che la filosofia possa rinascere come la “fenice” dalle proprie ceneri 13 , reinterpretando così il proprio passato – che non è poi passato – di metafisica 14 . Ma nello sforzo di adempiere al difficile compito che lo attende, Merleau-Ponty si accorge di non compiere un tentativo del tutto isolato. Due altri filosofi contemporanei hanno avvertito questa situazione, si son posti il problema di come la filosofia possa misurarsi con lo stato di non filosofia imperante ed hanno saputo anche elaborare originali proposte di potenziale riscatto: i tedeschi Edmund Husserl (1859-1938) e Martin Heidegger (1889-1976). 13 E. Husserl, Die Krisis der europäischen Wissenshaften und die transzendentale Phänomenologie, a cura di W. Biemel, Nijhoff, La Haye 1954 (Husserliana VI ), p. 348 , tr. it. di E. Filippini, La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale, ‘Avvertenza’ di E. Paci , ‘Introduzione’ di W. Biemel , Il Saggiatore , Milano 1987, p. 358. 14 M. Merleau-Ponty, È possibile oggi la filosofia?, op. cit. , p. 7.

Anteprima della Tesi di Christian Ridon

Anteprima della tesi: 'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Christian Ridon Contatta »

Composta da 364 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6676 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.