Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Etica e Scrittura: l'esperienza dell'Altro nell'opera di Jacques Derrida

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 E non solo scienze umane (come psicologia, economia, antropologia), ma anche scienze cosiddette “esatte”. In questa deiscenza di linguaggi filosofici (alcuni dei quali, come la logica, si sono man mano affrancati dalla filosofia come sapere della generalità), la filosofia cerca necessariamente una nuova identità, un pensiero che non potrà più ritirarsi nella quiete della contemplazione. Derrida prende atto di questa esigenza ineludibile, e lo fa a modo suo dicendo: “Prendo sul serio l’assioma secondo cui c’è, dovrebbe esserci, un luogo filosofico, un tipo di discorso o di esigenza filosofica, e cerco di andare il più lontano possibile nel rispetto di questa specificità (sempre a venire, che non è data in alcun luogo). Ma contemporaneamente credo che il pensiero del limite filosofico, il bordo di questo luogo, sia anche un problema: la filosofia non riesce a essere quello che vorrebbe e

Anteprima della Tesi di Pier Giuseppe Di Bernardo

Anteprima della tesi: Etica e Scrittura: l'esperienza dell'Altro nell'opera di Jacques Derrida, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Pier Giuseppe Di Bernardo Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2706 click dal 24/06/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.