Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Etica e Scrittura: l'esperienza dell'Altro nell'opera di Jacques Derrida

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 simmetrica attraverso la speculazione di un qualche sistema metafisico circolare e “concentrico”. Derrida propone di cercare piuttosto forme “oblique” di riflessione, pensabili attraverso la metafora del timpano, membrana tanto più sensibile quanto più obliqua 7 . Se è vero che nei testi di Derrida non è facile (e forse nemmeno possibile) individuare dei concetti fondamentali, è anche vero che ogni pensiero, ogni riflessione del filosofo francese esprime una necessità che, servendosi di strumenti rigorosamente logici, perviene ad uno snaturamento del principio (o dell’ eventualità che un principio teoretico possa darsi in filosofia) che lo spodesta dal “trono” del fondamento. Questo vuoto, che dà le vertigini, questa voragine al posto del principio è solo parzialmente e difettivamente colmata da una responsabilità infinita, e per ciò impossibile e paradossale, 7 “Si è osservato, in particolare negli uccelli, che la finezza dell’udito è in rapporto diretto con l’obliquità del timpano. Il timpano guarda di sbieco.” J. Derrida, ibidem, p. 10.

Anteprima della Tesi di Pier Giuseppe Di Bernardo

Anteprima della tesi: Etica e Scrittura: l'esperienza dell'Altro nell'opera di Jacques Derrida, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Pier Giuseppe Di Bernardo Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2706 click dal 24/06/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.