Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La flessibilità ed il contratto collettivo nazionale bancari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 I.1.3) IL CONTRATTO COLLETTIVO EX ART.39 COST. Con la caduta del fascismo la posizione del contratto collettivo ritornò nell’incertezza. Con il d.lgs. luogotenenziale 23 novembre 1944, n. 369 venne soppresso l’ordinamento corporativo, ma si lasciavano in vigore i contratti stipulati nel periodo fascista, “salvo successive modifiche” 7 : ciò significava che i contratti collettivi corporativi potevano essere sempre modificati, anche in pejus, da successivi contratti collettivi stipulati secondo le regole di diritto comune. Il legislatore non investì però le nuove organizzazioni sindacali del potere di stipulare contratti di lavoro con efficacia erga omnes; in questa situazione precaria s’innestò l’attività dell’Assemblea Costituente che il 1° gennaio 1948 promulgò la Costituzione L’articolo 39 Cost. stabilisce innanzitutto il principio della libertà sindacale e prosegue con alcune disposizioni programmatiche: la prima riguarda l’imposizione di un unico obbligo alle organizzazioni dei lavoratori, ossia la registrazione presso appositi uffici con il risultato di ottenere personalità giuridica: l’unica 7 Art. 43 del d.lgs. luogotenenziale 23 novembre 1944, n. 369.

Anteprima della Tesi di Matteo Garnero

Anteprima della tesi: La flessibilità ed il contratto collettivo nazionale bancari, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Matteo Garnero Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2291 click dal 22/06/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.