Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cooperazione penale internazionale: profili di diritto sostanziale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 necessità che il comportamento sia potenzialmente pregiudizievole 11 ); distrazione di fondi comunitari costituenti una sovvenzione o un aiuto regolarmente ottenuto. Non è punibile colui che abbia corretto o completato le dichiarazioni, o abbia rinunciato alla richiesta formulata in base a documenti falsi o ancora che abbia informato le autorità sui fatti che abbia omesso di indicare, prima che il fatto stesso sia stato scoperto dalle autorità. Nulla di innovativo invece è stato apportato alla figura della corruzione 12 . L’art. 8 delinea una figura di reato associativo alquanto particolare: pur richiedendo che sussista un’organizzazione adeguata, è sufficiente l’associazione di due persone finalizzata alla realizzazione anche di uno solo dei reati previsti dal Corpus: l’influenza della fattispecie di conspiracy è qui molto evidente. Lo Sgubbi oltretutto ritiene 13 che, attraverso l’art. 12 lett c che delinea la figura del complice di uno dei reati previsti ( quindi anche del reato di associazione per delinquere), sia reso punibile il concorso esterno nell’associazione. Dal punto di vista procedurale la novità più eclatante è sicuramente quella che prevede la costituzione di un Pubblico Ministero Europeo composto da un Procuratore generale europeo con sede a Bruxelles e da Procuratori europei delegati con sede nelle capitali degli Stati membri o nelle città in cui ha sede il tribunale competente. 11 Così F. SGUBBI, Principio di legalità e singole incriminazioni, in L. PICOTTI ( a cura di), Prospettive… cit., p. 154. 12 Gli altri reati previsti sono: art. 2 ( Frode in materiali appalti); arrt. 4 ( Abuso d’ufficio); art. 5 ( Malversazione); art. 6 ( Rivelazione di segreti d’ufficio); art. 7 ( Riciclaggio e ricettazione). 13 F. SGUBBI, op. ult. cit., p. 158.

Anteprima della Tesi di Massimo Pietrini

Anteprima della tesi: La cooperazione penale internazionale: profili di diritto sostanziale, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Massimo Pietrini Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6669 click dal 29/06/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.