Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strumenti di ecodesign per le piccole-medie imprese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 2. Le Politiche Integrate di Prodotto 2.1 Ambiente e Economia Politica Scopo principale dell’economia politica è la spiegazione dei fenomeni sociali (Del Bono, Zamagni, 1997); per motivare il comportamento del sistema nel suo complesso è però necessario riferirsi al comportamento delle sue unità costitutive e alle interazioni che si stabiliscono tra esse. Le imprese rappresentano una buona parte di queste unità. Le imprese sono a loro volta costituite da individui che agiscono in primis secondo i loro interessi e successivamente per soddisfare l’interesse aziendale che nella maggior parte dei casi è individuabile nel profitto. Come dimostrato dalla teoria dei giochi, spesso questo self-interest porta però a risultati inefficienti. Prendiamo la tabella 2.1 dove abbiamo due soggetti A e B e le azioni che i due possono compiere: C collaborare, D defezionare. Il dilemma del prigioniero mostra che se entrambe i soggetti A e B sono egoisti si arriva alla soluzione (D,D) che è un equilibrio di Nash dove ogni giocatore fa il meglio che gli è consentito data la scelta del suo oppositore e non ha nessun incentivo a modificare il proprio comportamento. Tale posizione è però inefficiente sia individualmente che socialmente (Del Bono, Zamagni, 1997). Tabella 2.1:Dilemma del Prigioniero: Comportamento egoistico Anche estendendo il gioco per un certo numero di ripetizioni i soggetti egoisti collaboreranno fino ad arrivare al periodo t dove uno dei due, tentato dal fare il furbo, defezionerà e al tempo successivo l’oppositore risponderà defezionando a sua volta. Questo esempio può essere tranquillamente applicato alle imprese che svolgendo la loro attività sono B C D C 5,5 0,9 A D 9,0 1,1

Anteprima della Tesi di Stefano Pistis

Anteprima della tesi: Strumenti di ecodesign per le piccole-medie imprese, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Pistis Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2580 click dal 30/06/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.