Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La distribuzione nell'industria cinematografica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 In Francia, l’importazione di prodotti cinematografici per la proiezione con il Kinetoscope era molto costosa, così i fratelli Lumière pensarono di produrre e vendere versioni locali più convenienti rispetto agli originali. A questo scopo Louis Lumière progettò una cinepresa, il Cinematographe, compatibile con il Kinetoscope: questo nuovo apparecchio svolgeva anche la funzione di proiettore, rappresentando così un’offerta concorrente e non complementare al dispositivo americano. La macchina dei Lumière fu presentata la prima volta al Grand Café di Parigi il 28 dicembre 1895, data che per convenzione segna la nascita del nuovo mezzo: il Cinema. Il Cinematographe approdò negli Stati Uniti il 29 giugno 1896, riuscendo subito ad imporsi come valida alternativa al Vitascope: l’apparecchio infatti non necessitava dell’energia elettrica per funzionare e l’impresa dei fratelli francesi forniva ai teatri un servizio completo per la proiezione che comprendeva un operatore addestrato. I Lumière aprirono così una propria agenzia a New York nel novembre del 1896, organizzando anch’essi un sistema di offerta basato sulla concessione di diritti territoriali per il noleggio degli apparecchi. Purtroppo a causa della crescente domanda e soprattutto delle scarse disponibilità finanziarie, i Lumière già nel 1905 furono costretti ad abbandonare il business, prima negli Stati Uniti e successivamente anche in Europa. Nello stesso periodo in cui il Cinematographe stava diffondendosi negli Stati Uniti, un altro produttore, la American Mutoscope & Biograph Company, iniziò a commercializzare il proiettore Biograph, che utilizzava un diverso standard di pellicola ma offriva un servizio di distribuzione e proiezione integrato simile a quello dei Lumière. A differenza di questi ultimi però, la Biograph ebbe un forte sostegno finanziario da parte di New York Security and Trust Company, che le consentì di avviare una regolare attività di produzione cinematografica in un grande studio a New York. Le prime pellicole prodotte da Biograph consistevano in riprese panoramiche, filmati di scene di vita reale e anche soggetti ricreati in studio. Tra il 1896 e il 1897 l’impresa costituì una propria rete di distribuzione a livello nazionale e avviò le proprie attività all’estero, diventando il più grande produttore cinematografico degli Stati Uniti. In Francia, nel frattempo, due produttori di macchinari per la proiezione diedero il via alla loro attività nel settore cinematografico: Pathé Frères e Gaumont. Inizialmente le società si concentrarono nella fabbricazione di cineprese e proiettori, mentre le pellicole commercializzate erano duplicati dei prodotti Raff & Gammon. Regolari

Anteprima della Tesi di Omar Pesenti

Anteprima della tesi: La distribuzione nell'industria cinematografica, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Omar Pesenti Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5814 click dal 30/06/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.