Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La raccolta di risorse nelle aziende non profit

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 La funzione redistributiva, che si concretizza soprattutto in trasferimenti monetari e in erogazione di servizi 12 a favore dei gruppi di cittadini 13 maggiormente indigenti, è finalizzata a fare fronte alle difficoltà del mercato a garantire simultaneamente efficienza ed equità. Obiettivo dell’azione redistributiva è la riduzione delle disuguaglianze nella distribuzione del reddito, attraverso il sostegno del livello dei consumi delle fasce di popolazione più povere. La funzione assicurativa ricomprende le azioni pubbliche volte a garantire i cittadini contro alcuni rischi: la possibilità di perdere il posto di lavoro (i sussidi di disoccupazione), la malattia (l’assicurazione sanitaria), e la possibilità che il reddito accumulato durante la vita lavorativa non sia sufficiente a garantire adeguati livelli di consumo dopo il ritiro dal lavoro (i sistemi pensionistici). La funzione produttiva ricomprende la produzione pubblica diretta e gli interventi di sostegno 14 alla produzione privata di determinati beni e servizi. Anche in questo caso, la giustificazione della presenza dello Stato risiede nell’incapacità del mercato di produrre una quantità adeguata di beni pubblici 12 In questo caso, perché l’intervento abbia carattere redistributivo è necessario che la fornitura di servizi sia esclusivamente rivolta ai gruppi svantaggiati o sia garantita agli stessi a condizioni migliori di quelle praticate agli altri gruppi. 13 E’ opportuno sottolineare come, in contesti di economia di Stato, il destinatario dell’attività (economica) dell’istituto di riferimento, generalmente della pubblica amministrazione, non sia il consumatore ma il cittadino, o l’elettore medio, il quale possiede il diritto a fruire dei beni collettivi che lo Stato produce solo in virtù del possesso della cittadinanza. 14 L’intervento a sostegno della produzione può assumere le forme del contributo diretto alle unità di offerta private, del sostegno ai consumi o della regolamentazione dell’attività di produttori e consumatori.

Anteprima della Tesi di Riccardo Rossano

Anteprima della tesi: La raccolta di risorse nelle aziende non profit, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Rossano Contatta »

Composta da 314 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6070 click dal 05/07/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.